WhatsApp Business e WhatsApp Business API: cosa sono e quale scegliere?

author
Michela De Maria 2022-12-22
WhatsApp

Nel corso degli anni, è emersa la necessità dei brand di instaurare un rapporto sempre più profondo e diretto con i consumatori. Questo ha portato a una evoluzione dei canali di comunicazione integrando ai tradizionali sms le innovative app di messaggistica con l’obiettivo di garantire una customer experience omnicanale.

Nuovi strumenti tecnologici che assicurano una rapida risposta alle esigenze del cliente come ricevere consigli personalizzati, informazioni su prodotti o servizi, effettuare ordini e completare transazioni. La recente indagine “Facebook Messaging Survey” di Meta conferma, infatti, che su un campione di 12,500 persone il 63% preferisce chattare piuttosto che chiamare un’azienda. Non a caso, il 34,5% degli intervistati sceglie l’instant messaging per avviare una comunicazione bidirezionale di valore.

In questo scenario, WhatsApp è la piattaforma di messaggistica più utilizzata al mondo. Ogni giorno, sono attivi più di 1 miliardo di utenti con oltre 55 miliardi di messaggi inviati, di cui 4,5 miliardi sono solo foto. Bacino di utenza ampio e funzionalità multimediali hanno attirato l’attenzione di molte aziende, tanto che nel 2018 sono stati rilasciati WhatsApp Business e WhatsApp Business API. Ma quali sono le differenze?

Quando utilizzare WhatsApp Business?

WhatsApp Business semplifica l'interazione con i clienti grazie a strumenti che permettono di automatizzare, organizzare e rispondere velocemente ai messaggi. Si tratta quindi di uno strumento pensato per supportare le piccole e medie imprese nello scambio di informazioni tra brand e consumatori. Rispetto a WhatsApp “normale”, la versione business permette di creare un profilo aziendale con:

  • l’indirizzo su mappa

  • gli orari di apertura e chiusura

  • l’indirizzo email

  • il sito web

Altra particolarità è l’invio automatico di messaggi di benvenuto che si attivano ogni volta che un utente avvia una conversazione con un brand. Allo stesso modo, è possibile impostare i messaggi di assenza e risposte rapide da inoltrare a un massimo di 256 persone all’interno della stessa lista broadcast. Queste azioni sono possibili solo dopo aver ottenuto da WhatsApp il badge verde, ovvero la conferma che si tratti di un’azienda verificata.

Ma come catalogare contatti e chat in un unico canale? WhatsApp ha pensato anche a questo. Le etichette per singoli messaggi, intere conversazioni o contatti sono una funzione esclusiva della versione Business che aiutano le aziende a tenere in ordine le chat senza perdere di vista il volume delle interazioni.

Queste funzionalità avanzate sono alla base di un buon WhatsApp Marketing, ovvero l’insieme di attività volte alla promozione e alla vendita di prodotti o servizi attraverso questo canale con l’obiettivo di creare relazioni durature con i clienti. Infatti, con WhatsApp Business è possibile condividere cataloghi digitali per visualizzare fino a 500 prodotti direttamente dall’app e attivare la funzione carrello per incrementare il numero di ordini.

Se WhatsApp Business ha tutte queste funzionalità, perché passare a WhatsApp Business API?

WhatsApp Business API: cosa c’è da sapere?

Whatsapp Business API è progettata specificatamente per aziende che implementano sistemi di CRM o Data Communication Platform con l’obiettivo di raccogliere dati utili per attività di marketing e sales. L’integrazione tra WhatsApp e questi software è possibile grazie all’API (Application Programming Interface) che consente ai brand di:

  • Monitorare le statistiche dei messaggi inviati o aperti

  • Rafforzare le relazioni con i clienti mandando offerte personalizzate

  • Stimolare l’acquisto dei prodotti offerti con campagne marketing ad hoc o notifiche di promemoria

  • Elaborare gli ordini e i pagamenti in tempo reale

  • Tracciare il check in e check out delle vendite

  • Migliorare il customer care con l’integrazione di un chatbot per l’assistenza

A questi molteplici vantaggi si aggiunge la possibilità di scegliere diverse tipologie di messaggi da inviare ai clienti: i messaggi di prodotto singoli e i messaggi multiprodotto pensati per i cataloghi. Oltre ai modelli di messaggio standard, WhatsApp API supporta anche i modelli di messaggio multimediali e interattivi. I primi consentono di inviare immagini, video o documenti PDF, mentre i secondi permettono di allegare pulsanti di call-to-action o di risposta rapida.

Per sfruttare le potenzialità di Business API, WhatsApp consiglia di rivolgersi a uno dei suoi fornitori ufficiali, i “Business Solution Provider” (BSP) come LINK Mobility.

Vuoi sapere come richiedere WhatsApp Business API? Leggi il nostro articolo

Per integrare WhatsApp Business API nella tua strategia omnicanale, scegli LINK Mobility come Partner certificato. Contatta ora il team Italia!