Grocery: trend e use case per il 2023

author
Michela De Maria 2023-01-03
Retail
WhatsApp

Le aziende Retail hanno l’obiettivo di creare una customer experience semplice, personalizzata e di valore grazie all’integrazione dei tradizionali canali fisici dello store con quelli digitali come eCommerce e WhatsApp Business. Una sfida omnicanale che il grocery ha dovuto rapidamente affrontare già nel 2020, quando nella fase iniziale della pandemia la spinta della domanda aveva costretto i retailer del settore alimentare ad avvicinarsi all’online per soddisfare le richieste dei clienti. Un mercato che da allora è in continua evoluzione, ma il cui futuro dipende dalle nuove abitudini dei consumatori. Quali sono i 5 trend che influenzeranno il mondo del grocery nel 2023?

L’eCommerce è la chiave

La spesa online di prodotti di largo consumo in Italia è cresciuta del 9% nel 2022. Un dato emerso dall’indagine di Netcomm e Nielsen QI secondo cui sono oltre 10,8 milioni le famiglie che acquistano FMCG (acronimo di fast-moving consumer goods) da un eCommerce. Anche l’Osservatorio di Digital Innovation del Politecnico di Milano ha confermato che il valore totale degli acquisti eCommerce nel Grocery è aumentato rispetto al 2021 superando i 4.7 miliardi di euro. Ciò significa che oggi i canali digitali si sono consolidati come abitudine di consumo data la facilità e la comodità di utilizzo.

La tecnologia, oltre che a semplificare il processo di acquisto, è uno strumento fondamentale per personalizzare l’esperienza dell’utente. Integrare un chatbot su un eCommerce per il settore alimentare è utile all’utente per:

  • Approfondire le politiche di restituzione e rimborso

  • Verificare allergeni e valori nutrizionali degli alimenti

  • Conoscere i prodotti in sconto, ad esempio di una determinata categoria

  • Verificare lo stato di preparazione dell’ordine

  • Monitorare il tracking per la consegna

  • Modificare il giorno e/o la fascia oraria di ricezione

  • Programmare un ritiro al locker

  • Ricevere informazioni sui metodi di pagamento

  • Sapere gli orari di apertura o chiusura di uno store

  • Controllare carte fedeltà e premi disponibili

Queste agevolazioni non faranno altro che aumentare il numero di vendite, tant’è che per McKinsey entro il 2030 le spese online su siti di eCommerce raddoppieranno così come le richieste di spedizione.

Spesa a domicilio: comodità e rapidità

Nonostante la possibilità di ritiro al supermercato, l’83% della popolazione italiana preferisce ricevere a casa la spesa ordinata online. Infatti, 8 consumatori su 10 considerano la consegna come parte integrante della propria vita post-pandemia e non più come una temporanea soluzione. Un nuovo lifestyle che alimenta il desiderio di ottenere tutto ciò che si vuole con un semplice clic e di monitorare in autonomia lo stato dell’ordine da qualsiasi dispositivo. Una necessità figlia dell’epoca in cui viviamo, dove il tempo scarseggia e i ritmi sono sempre più frenetici.

La praticità del grocery delivery è data anche dalla facilità con cui i clienti possono tenere traccia dello stato di consegna. Inviare il numero del tracking via sms o aggiornamenti sull’ordine sono fondamentali per rimanere in contatto con l’acquirente. Ma con l’avvento delle app di messaggistica istantanea, integrare WhatsApp Business ai tradizionali canali di comunicazione è un ottimo modo per creare connessioni durature.

Con WhatsApp, un’azienda del settore grocery può notificare l’avviso di un ordine in partenza, transito e consegna. Ma anche:

  • Comunicare un tentativo di consegna non andato a buon fine

  • Inviare il numero telefonico del corriere incaricato

  • Inviare sondaggi per conoscere la customer satisfaction

Allo stesso modo, il cliente con WhatsApp può:

  • Seguire lo stato dell’ordine

  • Riprogrammare la data e scegliere la fascia oraria di ricezione

  • Modificare l’indirizzo di spedizione

  • Optare per la consegna a un vicino

  • Richiedere assistenza in real-time

Un canale sicuro, protetto e immediato che soddisfa le esigenze di rapidità e comodità della nuova generazione di consumatori.

Healthy food: il benessere è importante

Uno dei cambiamenti di stile di vita più significativi del 21° secolo è l'ondata di consumatori attenti alla salute che praticano stili di vita orientati al benessere. Questi consumatori danno la priorità all'allenamento e a una corretta alimentazione per raggiungere il giusto equilibrio tra salute fisica e mentale. Nel solo 2021, la domanda di frutta e verdura è cresciuta del 59% con un aumento nel consumo di piatti vegani pari al 67%. Un’attenzione alla naturalità e freschezza degli alimenti che ha convinto molti a cucinare a casa, piuttosto che mangiare al ristorante.

Per rendere queste occasioni “home made” ancora più speciali e divertenti, i brand del settore grocery possono sostituirsi a Google per suggerire piatti gustosi da condividere con parenti e amici. Come? Applicando un QR Code sulla confezione del prodotto. Scannerizzando il codice, l’utente può ricevere via WhatsApp o come messaggio RCS:

  • Suggerimenti per abbinare il piatto ad altri prodotti (come il vino di accompagnamento)

  • Informazioni sulle caratteristiche nutrizionali dell’alimento scelto

  • Ricetta in formato video con uno chef che la illustra

  • Informazioni sulle fasi di preparazione

Accorgimenti come un QR Code aiutano le aziende a relazionarsi con il consumatore anche a distanza migliorando la brand perception.

Sostenibilità: l’ambiente conta

Lo shift verso una vita più sana e bilanciata implica l’acquisto di prodotti di qualità e, soprattutto, sostenibili. Le tematiche legate al cambiamento climatico hanno impattato le scelte dei consumatori che sono più propensi a ridurre lo spreco alimentare, adottare soluzioni plastic-free e prodotti a km zero. Una nuova coscienza che si riflette anche nella selezione dei brand a cui affidarsi. Infatti, dall’Osservatorio Packaging del Largo Consumo di Nomisna emerge che 7 italiani su 10 disposti a cambiare il negozio in cui fanno la spesa alimentare a favore di punti vendita che offrono prodotti con confezioni sostenibili.

Perciò, sempre più persone prediligono brand impegnati in iniziative corporate social responsibility come l’adozione pratiche responsabili nella selezione delle materie prime, riduzione dell’impatto ambientale lungo l’intero processo produttive e l’impegno concreto nella riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Come far conoscere la sostenibilità dei tuoi prodotti direttamente ai consumatori? Anche in questo caso il QR Code torna utile per la tracciabilità dell’alimento. Inquadrando il codice, è possibile:

  • Accedere a schede dettagliate sulla zona di produzione

  • Esplorare le mappe sugli stabilimenti di produzione

  • Conoscere i dettagli sulle certificazioni ecosostenibili della filiera

  • Vedere i video sulle fasi della lavorazione del prodotto

  • Scoprire la storia dell’azienda produttrice

Questo dettaglio tecnologico sul packaging ha effetti positivi sul valore che il consumatore riconosce al brand.

Inflazione, inflazione, inflazione

Se da un lato alcuni clienti sono predisposti a comprare alimenti sostenibili e di qualità spendendo di più, dall’altra la pressione inflazionistica ha un grosso impatto sulle decisioni di acquisto di molte famiglie. La popolazione si sta lentamente dividendo tra chi può permettersi prodotti premium e chi, diventando più sensibile al prezzo, cerca promozioni e opzioni più economiche. Una polarizzazione in base al reddito che porterà a un ridimensionamento del segmento centrale degli assortimenti rafforzando le offerte entry-price. In questo scenario, è fondamentale rafforzare la segmentazione e la personalizzazione dell’offerta.

Strumento efficace per attivare dei loyalty program su misura è WhatsApp Business API. Automatizzando le conversazioni e raccogliendo dati, i brand possono unificare le comunicazioni per quei contatti con preferenze e comportamenti d’acquisto simili mantenendo sempre un elemento differenziante. Con questo canale, le aziende possono:

  • Inviare volantini sulle offerte della settimana

  • Creare promozioni ad hoc per i più fedeli

  • Comunicare aggiornamenti sui punti raccolti con le fidelity card

  • Suggerire prodotti correlati

  • Offrire sconti speciali per chi acquista online

La versione Business di WhatsApp garantisce una customer experience multicanale e su misura per soddisfare le necessità emergenti dei consumatori.

Vuoi approfondire la differenza tra WhatsApp Business e WhatsApp Business API? Leggi il nostro articolo

Per integrare l’omnicanalità nel tuo grocery, contatta il team LINK Mobility Italia